Le cuche del Piave – serata di solidarietà

Posted by | No Tags | News

Articolo di Andrea Polo dalla Tribuna di Treviso del 16 Ottobre 2016

I RISTORATORI AIUTANO LA FONDAZIONE DI COMUNITà SINISTRA PIAVE

“Le cuche del Piave, il biscotto che mormora solidarietà” a Follina


FOLLINA. Dopo le noci, un biscotto «che mormora solidarietà».
Nuovo progetto della Fondazione di Comunità Onlus dell’Usl7, che ha creato un biscotto a base di noci, frutto emblematico della Fondazione, attivando un percorso virtuoso con numerosi noti ristoratori della zona che lo propongono nei loro locali, e con l’azienda alimentare Bocon di Pieve di Soligo, produttrice de “Le cuche del Piave, il biscotto che mormora solidarietà”.
Domani sera, alle 20, il singolare biscotto farà il suo esordio culinario alle filande del Lanificio Paoletti a Follina, dove i ristoratori proporranno alcune specialità da gustare in una cena a buffet con accompagnamento musicale di Giacomo e Mauro Da Ros e Aldo Betto. I 40 euro richiesti per partecipare alla serata saranno interamente devoluti alla Fondazione di Comunità. «Realizzare una serata come questa sembra quasi incredibile» sottolinea il presidente della Fondazione, Fiorenzo Fantinel «ma la realtà è che il nostro territorio è pieno di persone, come i ristoratori coinvolti, entusiaste e disponibili quando si tratta di dare il proprio contributo ad iniziative a favore della comunità, consapevoli della finalità che persegue la Fondazione».
Alla serata hanno dato la loro adesione Albergo Ai Pini, Antica Osteria Al Forno, Antico Podere dei Conti, Ca’ del Poggio, Casa Balbi – Ristorante Il Barco, Locanda Ristorante Da Lino, Osteria Al Castelletto – Da Clemi, Osteria Al Ponte, Osteria Al Portego, Osteria Cuzziol – Da Tizio, Osteria Dai Mazzeri, Ristorante all’Edera, Ristorante Da Gigetto, Ristorante Da Tullio, Trattoria Dalla Libera. Impegnate nel progetto anche varie aziende del territorio: Astoria, azienda agricola Luca Ricci, Bonaventura Maschio, Bortolin Angelo, Cantina Sociale Colli del Soligo, La Tordera, Marsuret, Maso di Villa, Graziano Merotto, Cuzziol.
Un contributo fondamentale all’evento è pervenuto dall’amministrazione comunale e dalle associazioni di Follina, dall’Istituto Alberghiero “Massimo Alberini”, da Ascopiave, da Autoservizi Battistuzzi, da Cartimballo, dal Dipartimento di Prevenzione dell’Ulss7, da Eventi-Conegliano, da Giacomo e Mauro Da Ros, da Aldo Betto, da Latteria Soligo e da Quba–agenzia strategica.


Cà del Poggio - Le Cuche del Piave