Cà del Poggio festeggia vent’anni con un piatto speciale

Posted by | No Tags | About us

Il 18 ottobre 1994 l’apertura del ristorante sulle colline di San Pietro di Feletto.
Una storia di ristoratori che, arrivati dal mare, offrono la loro passione
all’insegna dell’ospitalità e della buona cucina.
Un piatto tutto da scoprire per celebrare il ventennale.

San Pietro di Feletto (TV), 13 ottobre 2014 – Sabato 18 ottobre non si parlerà di un traguardo, ma di una nuova partenza. A Ca’ del Poggio, per celebrare il ventennale, hanno creato un piatto che già da qualche settimana delizia il palato degli ospiti del rinomato ristorante.

Il risotto Prosecco e Mare sintetizza al meglio i due elementi che contraddistinguono la cucina di Ca’ del Poggio. Ostriche e capesante, insaporite con il Prosecco Superiore Docg Cà del Poggio Brut, danno vita ad un magico incontro di profumi. Il resto, una gioia per gli occhi oltre che per il palato, lo fa il panorama offerto da una delle più belle terrazze che si affacciano sulle colline trevigiane.

In questi anni, Ca’ del Poggio ha mostrato una decisa evoluzione: da semplice ma elegante occasione di sosta, meta dei più esigenti gourmet alla ricerca di prodotti sempre freschi e di qualità, a luogo che, con l’inaugurazione dell’Hotel Villa del Poggio, avvenuta a maggio del 2013, è in grado di proporre un’offerta completa, all’insegna della più raffinata ristorazione e ospitalità, rinnovandosi nel menù e nella comunicazione, ora anche impreziosita dal nuovo sito internet realizzato dall’agenzia Blu Stats.

Ca’ del Poggio esiste dal 18 ottobre 1994. Sembra ieri, invece sono trascorsi già vent’anni. Una continua evoluzione sull’onda della valorizzazione e della promozione del territorio anche grazie ad innumerevoli eventi sportivi, culturali ospitati dallo stesso Ristorante & Resort, e dalla salita simbolo della terra del Prosecco, oggi universalmente nota come “Il Muro di Ca’ del Poggio” che ha ormai acquisito fama internazionale.

Ca’ del Poggio è parte integrante di un territorio, che offre un’infinità di attrattive naturalistiche, paesaggistiche e storiche, tanto da comprendere nel proprio giardino una gondola veneziana simbolo del legame più intimo tra terra e laguna, tra mare e colline. La passione per la cucina, l’ospitalità e il rispetto per il territorio rappresentano al meglio quest’angolo incantato del Veneto. Nel segno di Ca’ del Poggio.

Mauro Ferraro